Cosa mettere nel kit da viaggio? Prepara il tuo bagaglio a mano

Quando si programma una vacanza non si deve mai trascurare l’aspetto che riguarda la salute e il benessere fisico, accertandosi di avere a disposizione tutto quanto possa essere utile in caso di emergenze.
Sarà dunque indispensabile creare un kit da viaggio con tutto l’occorrente necessario a ripristinare stati di malessere generali, sia quelli a cui si è abituati perché predisposti, sia a quelli impensabili.
Bisogna tener presente anche il luogo di destinazione perché, soprattutto se si tratta di zone soggette a particolari prevenzioni, bisognerà anche fare le vaccinazioni di routine prima della partenza.

In un kit da viaggio bisognerà considerare ogni tipo di evenienza base, per cui dovranno essere presenti:

  • cerotti, garzine e disinfettante, per ferite, abrasioni e tagli involontari;
  • antinfiammatori, per mal di testa, cefalee, dolori muscolari o gengiviti e mal di denti;
  • antipiretici, nel caso purtroppo dovesse sorprendervi proprio in vacanza la febbre;
  • antiacidi, per prevenire gastrite e reflussi acidi a seguito di pietanze ingerite a cui non si è abituati;
  • antiemetici, indispensabili soprattutto se si viaggia in mare o se si soffre l’auto;
  • antidiarroici e fermenti lattici, qualora la differenza di temperatura, ambiente, cibo e acqua dovesse provocare la tipica dissenteria del viaggiatore;
  • antibiotici a largo spettro, per prevenire infezioni di vario tipo.

Meno urgenti e fondamentali, ma comunque utili, possono poi essere i seguenti farmaci:

  • antistaminici in compresse e in pomata per punture di insetti particolarmente fastidiose e pruriginose;
  • cortisone in pomata per irritazioni cutanee, eritemi solari e dermatiti;
  • sciroppi per la tosse, per ridurre gli accessi di tosse stizzosa quando l’aria è troppo secca;
  • compresse di melatonina, per vincere i cambiamenti di fuso orari nel caso si viaggi all’estero o per evitare gli spossamenti del ciclo circadiano tipici di alcuni viaggiatori;
  • lassativi per evitare la stitichezza che spesso sopravviene quando si cambia repentinamente un regime alimentare.

Anche se non rientrano nella categoria farmaceutica, non vanno mai dimenticate le protezioni solari con schermo SPF totale, soprattutto se si ha una carnagione molto chiara e delicata, soggetta facilmente a scottature anche se non ci si espone direttamente al sole.
In ogni caso le terapie non vanno protratte per più di qualche giorno, soprattutto se non si riscontrano benefici e se non si è certi del rimedio utilizzato o delle posologie.
Per questo motivo è sempre opportuno leggere attentamente i foglietti illustrativi, evitare di mescolare più farmaci insieme assunti per via orale e, se necessario, richiedere l’aiuto di un medico del posto.
Tutti questi accorgimenti aiuteranno a vivere in spensieratezza una vacanza, senza il rischio di rovinarsela.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

css.php