MSM (metilsulfonilmetano): usi, controindicazioni ed effetti collaterali

Il metilsulfonilmetano, più conosciuto con l’abbreviazione MSM, è un composto organico sulfureo, che dopo essere penetrato nella terra sotto forma di pioggia, viene assimilato da semi, vegetali e frutta in generale. Per chi non è del campo, occorre precisare che il MSM è in sostanza un composto di zolfo, un minerale presente nel nostro corpo.

Spesso, però, accade che il nostro organismo accusa una carenza di questo minerale è trova difficoltà non solo a riprodurlo ma, anche e soprattutto, a formare cellule sane e flessibili. Quest’ultima caratteristica, in particolare, è dovuta proprio alla presenza di zolfo, che contribuisce a rendere le cellule più permeabili. Grazie alla presenza di zolfo nelle nostre cellule, queste sono in grado di assorbire più facilmente le sostanze nutritive, ed allo stesso tempo, eliminare le sostanze tossiche.

Nel momento in cui nel nostro corpo c’è una carenza di zolfo, si verifica un accumulo di rifiuti tossici e la comparsa di dolori articolari: a questo punto si rende necessario l’assunzione di Msm. Recenti studi scientifici hanno mostrato come il composto sia ricco di importanti proprietà benefiche per il nostro organismo, e non solo.

Il MSM è una componente principale del metabolismo del DMSO, cioè una molecola che oggi la medicina utilizza per le sue importanti proprietà antinfiammatorie ed antidolorifiche. A parte questo impiego, il MSM ha un ruolo importante anche nella crio-preservazione delle cellule, ed in particolare nella conservazione delle cellule staminali o del midollo, poiché impedisce il loro congelamento a causa delle basse temperature a cui vengono conservate.

Il MSM ha un ruolo fondamentale anche nella cura dei dolori osteo-articolari, dovuti ad una infiammazione delle cartilagini. Infatti, a riguardo recenti studi, condotti su pazienti che assumono assiduamente questo composto, hanno mostrato un miglioramento nel funzionamento delle articolazioni ed anche una significativa riduzione del dolore, nonché del gonfiore qualora si parli di danni al ginocchio.

I medici consigliano l’assunzione di alimenti ricchi di Msm anche per contrastare le infezioni della cistite, nonché per contrastare la rinite allergica stagionale. Chiaramente si tratta ancora di indagini in corso, e nessuno studio è stato condotto sui pazienti dopo che sia stata sospesa la cura. Ciò significa che ancora oggi non sappiamo con certezza quanto dureranno nel tempo questi benefici.

I recenti studi, però, hanno dimostrato che l’assunzione di Msm sebbene possa migliorare la salute dell’uomo, curando alcune patologie, allo stesso modo può causare anche mal di testa, diarrea e problemi di digestione. Per questa ragione si consiglia di assumere lo zolfo naturale dopo aver consultato il medico, rispettando le dosi consigliate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

css.php